Come aiutare un bambino a fare i compiti?

Come aiutare un bambino a fare i compiti?

Di Babysits, 3 minuti di lettura

Aiutare un bambino con i compiti è un momento che prima o poi ogni genitore deve affrontare. Se per i genitori può essere impegnativo, specie se in presenza di esigenze lavorative e/o altre incombenze quotidiane, un valido aiuto può venire da una babysitter che offre come servizio aggiuntivo l'aiuto compiti.

Ma come aiutare un bambino nell'apprendimento? Ecco alcuni consigli pratici:

1. Scegliete un luogo tranquillo

Solitamente i bambini svolgono i compiti a casa. I luoghi più usati sono la cucina, la cameretta o la sala. E' fondamentale, però, evitare distrazioni, quali la televisione, i cellulari, il tablet, ecc. In un ambiente ordinato e silenzioso è sicuramente più facile rimanere concentrati.

2. Stabilite un orario

Stabilite una fascia oraria all'interno della quale eseguire tutti i compiti. Ciò aiuterà il bambino ad organizzare il proprio pomeriggio, così da finire tutto nel tempo stabilito. Il beneficio che ne ricaverà sarà quello di avere più tempo a disposizione per giocare e rilassarsi. Ricordatevi sempre la vecchia cara regola: "prima il dovere, poi il piacere!". Un suggerimento efficace può essere quello di non obbligare il bambino a mettersi seduto subito dopo pranzo; dategli il tempo di digerire e di prendersi una breve pausa, meglio se della durata anticipatamente concordata insieme a lui o lei.

3. Fate delle piccole pause

Le pause sono fondamentali interruzioni che danno la possibilità di immagazzinare ciò che viene appreso durante lo studio e, inoltre, fanno riposare il cervello. Fate una pausa di 10-15 minuti quando dovete passare da una materia all'altra e di 1-2 minuti quando dovete passare da un esercizio all'altro, soprattutto se ha richiesto una lunga esecuzione.

4. Non giudicatelo se sbaglia

Ricordate che siete lì per aiutare il bambino, non per criticarlo. Se ha difficoltà nello svolgimento di un esercizio, spiegateglielo con calma, anche più volte, usando parole di facile comprensione, esempi pratici, oppure la fantasia, come usare la frutta o degli oggetti per spiegare le operazioni matematiche. Ciò facilita la comprensione e l’apprendimento, perché rimane maggiormente impresso nella memoria.

5. Ogni bambino ha i suoi tempi

Questo aspetto è fondamentale da tenere in considerazione. Non c'è nessuna regola che dice che bisogna fare tutto in un'ora. Ciò che conta è l’impegno e la concentrazione. Se ci si impiega mezzora, un'ora o tutto il pomeriggio, non è assolutamente rilevante!

6. Premiatelo

Alla fine di tutto ditegli che è stato bravo, date valore al lavoro eseguito. Ciò motiverà il bambino e lo aiuterà ad avere fiducia nelle sue capacità. Portatelo al parco a giocare o giocate insieme in casa e preparategli una gustosa merenda come premio finale.

Fare i compiti è un dovere che riguarda ogni bambino, ma se svolti in un’atmosfera di leggerezza e con la giusta motivazione, possono anche essere un piacevole momento di condivisione.