Svezzamento naturale: cos’è, come funziona e quali sono i benefici

Svezzamento naturale: cos’è, come funziona e quali sono i benefici

Di Babysits
6 minuti di lettura

Lo svezzamento naturale è una tecnica di svezzamento basata sul rapporto sensoriale del bambino con il cibo. Se vuoi saperne di più su come funziona e quali sono i benefici dello svezzamento naturale, continua a leggere!

Cos’è lo svezzamento del bambino e quando si inizia?

Lo svezzamento del bambino è il graduale passaggio da un’alimentazione costituita da latte materno o artificiale, verso una base di cibi solidi e semisolidi. Lo svezzamento costituisce un momento di passaggio importante per il bambino, che inizia ad approcciarsi ad altri alimenti al di fuori del latte materno o artificiale, e a scoprire nuovi gusti, sapori e colori! E’ un momento importante anche per i genitori, che a volte può generare un po' di ansia: è importante informarsi per affrontare questo percorso con serenità assieme al proprio bambino. Quando si inizia lo svezzamento si scoprono i gusti del proprio bambino e si possono preparare deliziose ricette, può essere un momento davvero gioioso per tutta la famiglia! Secondo le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’età ideale per lo svezzamento è intorno ai sei mesi, non prima, in ogni caso, si invitano sempre i genitori a consultare il pediatra per stabilire modalità e tempistiche di svezzamento. Tuttavia, ci sono dei segnali che indicano che il bambino è pronto per iniziare: dai un’occhiata all’infografica qui sotto per imparare a riconoscerli!

Segnali per cominciare lo svezzamento

Il tuo bimbo è pronto per essere svezzato? Vediamo insieme in cosa consiste lo svezzamento naturale e come funziona.

Cos’è lo svezzamento naturale?

Lo svezzamento naturale, a volte detto anche svezzamento green, o anche autosvezzamento è un tipo di svezzamento differente da quello classico in quanto non si usano alimenti per lattanti, omogeneizzati o liofilizzati di alcun tipo. Nello svezzamento naturale, così come in quello classico, gli alimenti vengono introdotti con gradualità, la differenza principale alla base di questa tipologia di svezzamento è che lo svezzamento naturale si basa sull'autoregolamentazione: ciò vuol dire che non si segue un schema prefissato di cibi e orari da seguire, ma ci si basa sui bisogni e gli orari del bambino: la sua esperienza con il cibo è centrale, ed è importantissimo coinvolgerlo nel momento del pasto della famiglia. Inoltre, vi è l’accortezza di selezionare prodotti biologici e possibilmente a chilometro 0. Quando possibile, è bene continuare a nutrire il bambino anche con il latte materno o con il latte artificiale, dato che nei primi tempi il cibo introdotto con lo svezzamento non apporta tutto il nutrimento necessario. E’ importante affiancare lo svezzamento con l’allattamento al seno (quando possibile) anche perché per il bambino rappresenta la sua routine, che non può essere interrotta di colpo. Inoltre, per mamma e bambino rappresenta un momento intimo che contribuisce a rafforzare il rapporto madre-figlio.

Un’altra particolarità dello svezzamento naturale è che, quando possibile e in base ai consigli del pediatra, al bambino vengono proposti anche gli alimenti che mangia il resto della famiglia durante i pasti. Questi alimenti dovranno essere adatti per uno svezzamento iniziale, quindi all’inizio si tratterà perlopiù di frutta e verdura, per poi proseguire con l’introduzione di proteine e carboidrati, sotto forma di pesce, carne, pasta e così via.

Come funziona lo svezzamento naturale?

Nello svezzamento naturale, il rapporto del bambino con il cibo è centrale. Il bambino non viene necessariamente imboccato, ma diventa protagonista di un’esperienza sensoriale in cui è libero di toccare, annusare e manipolare il cibo prima di ingerirlo. Questo rapporto libero con il cibo è particolarmente di aiuto per fargli costruire un rapporto sano con il cibo, ed evitare che nel futuro possa diventare [schizzinoso nell'alimentazione].(/https://www.babysits.it/risorse-della-community/2837/i-migliori-consigli-per-mangiatori-schizzinosi/) Lo svezzamento naturale richiede un po’ di pazienza in più, in quanto l’esperienza del bambino con il cibo deve essere un po’ più libera, e questo lo porterà inevitabilmente a sporcarsi un po’! Naturalmente un neonato non può da subito ingerire pietanze complesse che non sarebbe in grado di masticare, quindi all’inizio dello svezzamento, è bene introdurre cibi semisolidi e con molti liquidi.
Solitamente si inizia con le verdure, che il bambino può provare sotto forma di brodi e zuppe che possono essere facilmente preparate in casa per tutta la famiglia. Può essere aggiunta alla nuova dieta anche frutta, accuratamente frullata e magari diluita con un po’ di acqua, con l’accortezza di usare sempre frutta e verdura di stagione. Pesce e carne sono gli alimenti che vengono introdotti alla fine, perché sono composti di proteine complesse da digerire, per questo motivo si inizia dapprima con vegetali, che sono più assimilabili per i neonati. Dato che il bambino partciperà al pranzo o alle cene con la famiglia. è anche importante che si lasci scegliere a lui/lei cosa lo attira a tavola, e questo è proprio uno dei punti fondamentali dello svezzamento naturale, ovvero introdurre un certo grado di autonomia nel bambino. Un ulteriore beneficio dello svezzamento naturale è il mangiare sano non solo limitato al vostro piccolo, anzi può essere una buona strategia per una dieta salutare per tutta la famiglia!

Cena in famiglia con lo svezzamento naturale

Cosa fare in caso di sospette allergie?

Un’allergia è una risposta esagerata del sistema immunitario del nostro organismo ad un elemento che per altre persone è innocuo. Le allergie, alimentari e non, possono svilupparsi in maniera indipendente, ma alcune possono anche essere ereditate dai genitori. La prima cosa da fare è informare il pediatra di eventuali allergie alimentari dei genitori, così sarà lui a consigliare come e quando introdurre l'alimento. Quando viene introdotto un nuovo alimento nella dieta del proprio bambino è sempre bene stare attenti ad eventuali reazione avverse: rash cutaneo, prurito, macchie, gonfiori e cambiamenti nella regolarità intestinale (diarrea, pianto per mal di pancia). In caso si sospetti una qualsiasi di queste reazioni avverse, è sempre opportuno consultare il pediatra per controlli e accertamenti. Ci sono alimenti che sono considerati ‘’allergizzanti’’, ovvero a rischio allergico, e che vanno introdotti poco a poco con cautela e sempre su consiglio del pediatra.

Tra questi, ci sono:

  • Uova
  • Pesce
  • Latte e prodotti caseari
  • Fragole
  • Frutta secca (arachidi, mandorle, nocciole in particolare)
  • Alimenti con glutine (pane, pasta)
  • Soia e derivati

In generale, il consiglio per lo svezzamento naturale rimane quello di introdurre un nuovo alimento per volta, in modo da individuare eventuali allergie e intolleranze alimentari.

Bambino che mangia frutta

Ricette per svezzamento naturale

Qui di seguito, un'idea di ricetta per lo svezzamento naturale. Età 6 mesi.

Brodo vegetale di zucca, carota e sedano

  • Passato di zucca ben cotta e qb cucchiai di brodo di carota
  • Un cucchiaino di olio extravergine di olia
  • Cema di riso (dosi riportate sulla confezione)

Essendo uno dei primi pasti, non si consiglia di mettere in questa pappa formaggio, formaggino o altri prodotti caseari.

Quali sono i benefici dello svezzamento naturale?

In conclusione, possiamo dire che i benefici dello svezzamento naturale sono molteplici. Innanzitutto, i cibi fatti in casa hanno un apporto nutritivo maggiore rispetto ai preparati per lattanti, che nel processo di preparazione perdono delle sostanze nutritive. Inoltre, con lo svezzamento naturale il rapporto del bambino con il cibo è divertente, pranzo e cena diventano momenti di gioco, condivisione ed esplorazione! Grazie allo svezzamento il tuo bambino ha la possibilità di esplorare e scoprire sapori, odori e sensazioni con i suoi modi e tempi. Questo aumenta la probabilità di un rapporto sano con il cibo anche nel futuro. Infine, con l’adozione dello svezzamento naturale, avrete il vostro piccolo a tavola con voi, pronto a partecipare alla vita di famiglia!