Stereotipi del papà: quali sono?

Stereotipi del papà: quali sono?

Nuovo

Di Babysits, 4 minuti di lettura

Condividi:

Pensi che gli stereotipi che riguardano la figura del papà siano cambiati negli ultimi anni? Secondo l’opinione di culture diverse, è ampiamente diffuso che la differenza tra mamma e papà sia migliorata. Entrambi i genitori sono ora visti come partner alla pari nella crescita dei figli. Nonostante ciò, i papà notano che la società considera loro meno importanti delle mamme. Scopri perché:


Prima di leggere questo articolo, vogliamo chiarire che una famiglia non è sempre composta da una mamma e da un papà. Può essere costituita da una mamma e un papà, due mamme, due papà, una mamma single, un papà single o da una combinazione completamente differente; una famiglia deve sempre essere un'unione formata da supporto, coesione e, ultimo ma non meno importante, amore.
Con questo articolo l'attenzione è rivolta a ogni tiplogia di famiglia e genitore.


Babysits si preoccupa dei papà di tutto il mondo!
Ci siamo rivolti alla nuova generazione di papà, ossia coloro che hanno bambini adolescenti o più piccoli al fine di capire come la figura del padre sia cambiata nella società moderna rispetto al passato. Abbiamo chiesto la loro opinione in merito a come si giudicano come genitori rispetto a come la società li giudica.
Il questionario è stato somministrato a papà che vivono in 30 paesi diversi al fine di mettere in luce l'opinione di culture diverse. Tuttavia, ciò che emerge è che il parere dei papà di tutto il mondo è molto simile.

stereotipi di genere

Cosa la società pensa dei papà

E’ interessante osservare il punto di vista della società. Da questa indagine, possiamo dedurre tre conclusioni generali:

  • I papà sono giudicati in maniera negativa. A causa di alcune norme sociali, come il congedo di paternità e l’influenza dei media, si percepisce l’idea di un padre che non vuole assumersi responsabilità e di una mamma casalinga;

  • La società ha basse aspettative nei confronti dei papà. In particolare, rappresenta le mamme come la principale figura di riferimento dei figli, lasciando i papà in secondo piano per il semplice fatto che lavorano molto e non hanno abbastanza tempo a disposizione per i propri bambini;

  • La società descrive i papà come la figura che mantiene e protegge la famiglia, una descrizione che non fornisce un’immagine completa. Secondo te, i papà si descrivono nella stessa maniera?

Cosa i papà pensano di se stessi

Le opinioni dei papà sono in realtà parecchio diverse:

  • Nonostante abbiano un approccio differente rispetto a quello della madre, ritengono di essere una parte fondamentale nella crescita dei figli. In particolare, sostengono che entrambi i genitori debbano essere coinvolti nella loro crescita. Ogni genitore aggiunge valore all’educazione del proprio bambino. In generale, mamme e papà contribuiscono in maniera complementare;

  • La differenza non è dovuta al fatto di essere uomo o donna, ma fa riferimento alla propria personalità. E’ chiaro che una madre ha un legame diverso col proprio bambino (pensa solo al fatto che lo ha portato con sé per nove lunghi mesi). Ma il papà può comunque costruire un legame speciale e forte parimente importante;

  • La società descrive i papà come coloro che prevalentemente mantengono la famiglia; la tradizionale immagine è di lui che lavora e che garantisce protezione alla propria famiglia, mentre la mamma rimane a casa a prendersi cura dei propri figli. Oggigiorno entrambi i genitori lavorano, dato che due stipendi sono sempre più richiesti per mantenere i figli e dare loro maggiori opportunità (sembra una contraddizione rispetto a ciò che la società vuole trasmettere, non trovi?);

  • La società raffigura il papà come severo e autoritario, invece i papà si vedono come responsabili, disponibili, affidabili e premurosi. Il papà è sempre presente per i suoi figli, ad esempio quando si tratta di fare i compiti, guardare insieme i cartoni animati o imparare ad andare in bicicletta.


Non saranno perfetti, ma nemmeno le mamme lo sono! Non bisogna giudicarli troppo se devono lavorare e non hanno abbastanza tempo da dedicare ai loro bambini. Il ruolo assegnato dalla società non esiste più perché ogni papà è diverso e speciale per i suoi bambini. Se sei un papà, non preoccuparti! I tuoi figli ti vogliono bene e un giorno capiranno l’importanza dei sacrifici che stai facendo per loro e per questo ti ringrazieranno!